Registration
Sanguinaccio
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria

Sanguinaccio

13 Gennaio, 2014

Area di produzione
Montagna e collina lucana

Descrizione sintetica del prodotto e materie prime
Cremoso, poco consistente se caldo. Sapore dolce, colore prossimo al cioccolato fondente
Materia prime: sangue di suini allevati localmente

Materiali ed attrezzature per la preparazione
Caldaia di rame stagnata, mestolo di legno

Tecnica di lavorazione e conservazione
Il sangue del maiale macellato viene raccolto, rimescolato e filtrato per evitare la coagulazione dello stesso.
Si versa nella caldaia di rame aggiungendo cioccolato fondente, caffè, cacao, zucchero, cannella, chiodi di garofano, uva passa, sugna e si cuoce su fuoco a legna. Il sanguinaccio può essere mangiato caldo o conservato in ambiente fresco e consumato nell’arco di 3 mesi.

Descrizione dei locali di lavorazione e periodo di produzione
La preparazione avviene in locali idonei.
Periodi freddi che vanno da fine autunno a tutto l’inverno.

Riferimenti storici
Touring club Italia, Guida all’Italia Gastronomica, 1969.

Via Herculia

Da un'antica strada di epoca romana, parte un percorso nuovo verso le eccellenze enogastronomiche della provincia di Potenza.